Prodotti di alluminio

Profili in alluminio, realizzazione e caratteristiche

 

L’alluminio il metallo più diffuso sulla terra

Un elemento indispensabile

L’alluminio è uno dei metalli più utilizzati nel mondo moderno, grazie alle sue caratteristiche e alla proprietà intrinseche che permettono di sfruttarlo e adattarlo in differenti campi, sia per un impiego giornaliero che per quanto riguarda quello industriale. La qualità del materiale collegato al fatto che può essere trasformato in pratici profilati di misure e forme differenti, permette la creazione di serramenti resistenti, duttili e al contempo di grandi dimensioni. Gli infissi in alluminio sono tra le realtà più diffuse all’interno delle abitazioni e uffici moderni, sostituendo il legno e il ferro e permettendo la realizzazione di elementi di alta qualità.

Ma come si crea un infisso? Tutto inizia dalla produzione di un profilato di alluminio dalle caratteristiche chimiche appropriate. In questo articolo andremo a considerare le singole fasi di realizzazione in modo da comprendere le caratteristiche di questo metallo e come sia diventato in poco tempo un materiale indispensabile alla nostra vita.

 

La storia dell’alluminio
Un metallo giovane

 

alluminio

L’alluminio, anche se oggi è tra i metalli più diffusi al mondo e utilizzato nei campi più diversi, ha una storia abbastanza recente. Anche se gli antichi conoscevano le proprietà della polvere della bauxite, minerale da cui deriva l’alluminio, si deve attendere la fine del 1800 per vedere la realizzazione del primo procedimento per la creazione di profilati di alluminio a livello industriale.
I tentativi sono stati molti per tutto il secolo dato che la prima volta che compare l’alluminio, siamo intorno al 1807, quando furono effettuati i primi esperimenti da parte del chimico inglese Sir Humphrey Davy, il quale ipotizzò che la polvere solforosa di bauxite, potesse essere la base di un metallo, l’Alum, che successivamente venne identificato con il termine allume da cui deriva la parola moderna di alluminio. I tentativi del chimico di creare il metallo fallirono, ma da questa realtà altri riuscirono nell’intento.
Ancora oggi l’alluminio, dopo 100 anni di produzione e di utilizzazione, continua ad essere soggetto di studi e ricerche finalizzate a migliorarne la produzione dei profili e in particolar modo a ridurre il consumo energetico per la sua creazione. Inoltre un grosso impulso si sta dando al settore del riciclo di barre già impiegate.

I profili di alluminio
Quali sono le loro caratteristiche principali

L’alluminio è il principale materiale con cui oggi vengono creati gli infissi di qualità e con caratteristiche termiche e di insonorizzazione. La sua applicazione ai serramenti è dovuta a una serie di particolarità che permettono di utilizzarlo al fine di poter elaborare porte, finestre e serrande che abbinano dei tratti distintivi e un design al contempo innovativo ma anche tradizionale.

Ma quali solo le caratteristiche dell’alluminio? Di seguito ne andiamo ad evidenziare le più importanti:

  • diffusione: uno dei primi elementi da considerare è il fatto che l’alluminio è tra i metalli più diffusi in natura, dato che sulla terra la bauxite può essere considerata come il terzo elemento presente sulla superficie terrestre dopo l’ossigeno e il silicio. Questo aspetto permette di poter realizzarne quantità molto elevate a dei costi ridotti;
  • resistenza: l’alluminio grazie alle sue proprietà chimiche ha una capacità intrinseca di resistere ai cambiamenti di temperatura oltre che agli effetti degli agenti atmosferici. Non arrugginisce e non è sottoposto a corrosione dovuta per esempio al sale del mare o ad agenti chimici presenti nell’aria. Inoltre non si deteriora con il passare del tempo. Ciò permette di utilizzare i profili di alluminio per la creazione di infissi anche con ampie vetrate senza sostegni aggiuntivi facendo acquisire luce e spazio a un’ambiente;
  • leggerezza: un profilato di alluminio permette il connubio di un prodotto che al contempo può essere molto duro, ma anche leggero. Se si prende per esempio una barra di alluminio e la si confronta a una di ferro o di acciaio della stessa dimensione e volume, il suo peso sarà di un terzo più leggero rispetto agli altri due metalli. Per questo può essere utilizzato al fine di creare degli infissi che al contempo siano resistenti agli urti o agli agenti atmosferici ma anche facilmente apribili, oppure di porte e di verande che combinano elementi di impermeabilità e di leggerezza;
  • duttilità e malleabilità: la lavorazione di questo metallo è molto semplice dato che sono possibili processi di creazione sia ad alte che a basse temperature. Ciò lo rende utile sia per quanto riguarda la possibilità di creare profili di forme differenti che per spessore diverso. La duttilità e la malleabilità permettono quindi a chi lavora l’alluminio di impiegarlo nella creazione di strutture che siano complete e che prevedono anche diversi strati di questo materiale, come per esempio nel caso delle finestre con capacità acustiche e termiche;
  • riciclabilità ed ecosostenibilità: per certi aspetti l’alluminio può essere definito eterno, dato che la sua integrità dura anni ma inoltre, una volta utilizzato, può essere impiegato anche per nuove realtà attraverso il processo di riciclo. Questo lo rende un materiale che rispetta non solo l’ambiente ma anche le realtà ecosostenibili della nuova società. La vita del profilato è un vero e proprio ciclo, che parte con l’estrazione della bauxite, la creazione del profilato e l’utilizzo dello stesso per produrre dei manufatti. Il cerchio si chiude alla fine con l’alluminio che può essere introdotto nel ciclo della raccolta differenziata, permettendo il suo ritorno alla fabbrica per essere di nuovo fuso e realizzare un nuovo profilato;
  • costo di produzione: i costi per realizzare dell’alluminio sono di per sé bassi, ma il fatto che il metallo può essere riciclato li riduce in maniera consistente soprattutto per il consumo energetico necessario alla sua realizzazione. Si parlerà quindi di alluminio primario quando il profilato viene prodotto direttamente dalla bauxite, come prima forma di lavorazione; di secondario quando la sua produzione deriva da profilati già esistenti che vengono fusi per completare la fase di riciclo. Basta considerare che delle quasi 31 milioni di tonnellate di alluminio che vengono prodotte ogni anno nel mondo, un quarto, ovvero circa sette milioni è ricavato dal riciclo. Il prezzo più basso della materia prima rispetto ad altri materiali come per esempio l’acciaio, permette di poter realizzare dei prodotti come gli infissi di alluminio che sono di qualità ma al contempo accessibili a tutti coloro che desiderano serramenti a un prezzo concorrenziale;
  • manutenzione limitata: grazie alla resistenza e alla capacità di contrastare gli agenti atmosferici, l’alluminio prevede solo una manutenzione ordinaria. Per pulirlo basta infatti un poco d’acqua e un semplice detergente. Inoltre rispetto ad altri materiali come il legno, non necessita di trattamenti per poter mantenere negli anni la sua integrità strutturale e il colore. Nel caso dell’applicazione dei profilati di alluminio agli infissi si avrà anche una perfetta chiusura nel tempo senza necessità di contattare un tecnico per regolare il balcone o la finestra;
  • capacità riflettente e capacità magnetiche: l’alluminio non solo può essere considerato un materiale ecologico, ma inoltre grazie alla sua capacità di riflettere la luce e di diffondere i fasci luminosi viene applicato nella costruzione di strumenti per il risparmio energetico. Inoltre non è soggetto al magnetismo data la sua struttura molecolare, permettendone quindi l’utilizzo in apparecchi come radio, radar e bussole;
  • capacità termiche e acustiche: infine tra le caratteristiche più apprezzate per le società che producono infissi e serramenti dai profilati di alluminio vi è la sua capacità di risonanza sonora, permettendo un’elevata acustica e un isolamento degli infissi. A questo si aggiunge la capacità termica utile al fine del risparmio energetico.

 

La produzione di un profilo di alluminio
Le fasi della realizzazione

La produzione dell’alluminio può avvenire o direttamente da prodotti già esistenti di questo metallo attraverso il riciclo, oppure dalla bauxite.
In questo caso il processo prevede l’estrazione della materia prima in miniere. La bauxite prende il nome da Les Baux, una località francese vicino ai Pirenei, nella quale per la prima volta venne identificato il minerale. Una volta estratto viene portato nelle raffinerie nelle quali l’ossido di alluminio è separato da altre sostane presenti nella Bauxite.Cilindri in alluminio

L’alluminio puro viene a questo punto condotto nelle fonderie ove è fuso con la creazione di cilindri di diversa lunghezza e diametro che successivamente potranno essere lavorati. Le tecniche di trasformazione dell’alluminio sono differenti. In base alla tipologia usata si creeranno diversi prodotti per l’attività commerciale. Per esempio nel caso della laminazione, si attuerà un processo di riduzione dello spessore del metallo con la creazione di lamine molto sottili. Con la forgiatura sarà possibile formare, grazie a un apposito stampo, pezzi unici di diverso peso.
Per la creazione di profilati per infissi e serramenti si utilizzerà invece l’estrusione. Il processo avviene facendo passare la barra di alluminio attraverso una matrice in acciaio chiamata pressa. Il metallo viene riscaldato portandolo al punto di fusione in modo da poter essere lavorato in base alla forma desiderata. Una volta raffreddato sarà tagliato secondo le misure richieste. Il procedimento di realizzazione si conclude con il passaggio in un forno per la fase finale che permette al metallo di acquisire la durezza e la resistenza necessaria, caratteristica del prodotto. Il profilato a questo punto potrà essere impiegato per costruire infissi o serramenti.

La verniciatura dell’alluminio
Quali sono le fasi per colorare i profilati

Quasi sempre i profilati che vengono lavorati sono sottoposti a verniciatura in modo da permettere un’integrità del materiale anche per ciò che concerne il colore. Prima di essere sottoposti al processo, l’alluminio viene immerso in una vasca contenete una soluzione chimica finalizzata a eliminare qualunque forma di impurità. Successivamente il profilato che ha acquisito un colore molto simile al dorato, sarà trasportato nell’impianto di verniciatura. Anche qui le moderne tecnologie permettono, grazie a una carica elettrica, di far aderire in maniera perfetta le particelle alla barra per poi essere di nuovo cotte nel forno in modo da fissare per sempre il colore al metallo.

L’applicazione dell’alluminio
Dalle costruzioni alla vita quotidiana

Lattine in alluminioIl profilato, di misura differente e con il colore richiesto, è ora pronto per essere imballato e trasportato presso le singole aziende che lo utilizzeranno per diversi fini. L’alluminio è utilizzato in diversi ambiti. Non solo nella creazione di oggetti quotidiani, come batterie da cucina, bicchieri, caffettiere, appendiabiti, armadi, rasoi, rubinetterie, sedie e la lista può continuare all’infinito, ma anche nei campi come i trasporti, l’agricoltura, le tecnologie digitali, la creazione dei telefonini e TV, e nella produzione delle auto.

Anche nell’edilizia i profilati di alluminio sono molto impiegati grazie alle intrinseche proprietà che permettono di creare un prodotto che sia resistente e al contempo durevole nel tempo. L’alluminio per esempio viene impiegato per i ponteggi, oppure per sostituire materiali ferrosi nelle costruzioni quando si è in contatto con sostanze chimiche particolari che possono produrre corrosione.

Finestra in alluminioIn particolare il suo impiego è molto utile per poter realizzare infissi e serramenti di alta qualità che permettano un isolamento acustico e termico con un ampio risparmio energetico. La duttilità dell’alluminio fa sì di realizzare delle strutture sia fisse che eventualmente con grandi aperture data la sua leggerezza e resistenza. Inoltre può essere applicato per cerare terrazzi, balconi e verande, sostituendo materiali come la muratura che sono soggetti a manutenzione e a interventi continui nel tempo.
L’applicazione delle barre di alluminio agli infissi ha rivoluzionato il mondo dei serramenti. La sua facile lavorazione permette infatti a società specializzate nella produzione di questi elementi di realizzare delle strutture che combinino non solo qualità di materiali, ma al contempo un design particolare e personalizzato. Infine la qualità del prodotto si determina anche dal fatto che prevede una bassa manutenzione e può essere un valido investimento per la propria casa.